Avete le traveggole? È colpa dei vostri neuroni.


A volte percepiamo qualcosa che non c’è, e non mi riferisco solo a visioni e apparizioni, ma anche alla vita di tutti i giorni.

avete le traveggole ?

Vi è capitato, ad esempio, di aspettare un messaggio al cellulare o una chiamata e sentirlo vibrare in tasca o squillare per poi scoprire di esservelo immaginato? In quei casi tali percezioni sembrano proprio vere, e in una certa misura lo sono!

Uno studio recente (Ress e Heeger, 2002), misurando l’attività metabolica cerebrale ha dimostrato che le aree visive del cervello si attivano nei casi in cui pensiamo di vedere qualcosa ma di fatto non c’è, similmente a come si attivano per la presenza dello stimolo, e di più di quando lo stimolo c’è ma non ci appare. Infatti l’attività dei neuroni è rumorosa, e a volte rispondono come se uno stimolo ci fosse quando non c’è. Se lo stimolo atteso è difficile da rilevare, ad esempio perché sfocato, può succedere che una risposta casuale dei neuroni visivi raggiunga la forza di quella che produrrebbe lo stimolo, facendo sì che noi lo vediamo. Proprio come per il cellulare in tasca, e perché no, come potrebbe essere per molti casi d’apparizione miracolosa, dove raramente gruppi di persone riportano immagini nette, ma più frequentemente luci e sagome.

Leggi:  Sogni non solo in sonno REM.

Articoli Recenti