In che modo dormire bene migliora la vita


Coi ritmi frenetici che ormai stiamo abituando a vivere, stiamo inevitabilmente lasciando indietro una delle cose più importanti per il nostro corpo e per il nostro cervello: il riposo. Ci stiamo completamente dimenticando di quando sia fondamentale dormire per condurre una vita in salute. Quando parliamo di vero riposo, non intendiamo guardare la tv o navigare in internet, intendiamo davvero chiudere gli occhi e abbandonarsi al rilassamento. Soprattutto negli ultimi anni, sempre più persone ricorrono alle pillole o ai sonniferi, non pensando che questi abbiano controindicazioni e che ci sono invece dei consigli da seguire che potrebbero invece aiutarle davvero.

Perché un sonno scorretto rovina la salute

Magari a volte noi non ci pensiamo, ma il corpo non dimentica mai la necessità che ha di dormire, perché senza questa fase esso non potrebbe rigenerarsi e prepararsi ad una nuova giornata. Se si tende a non riposare bene per due notti di seguito o più, ci si espone alle infezioni e alle influenze, perché l’ormone melatonina non sta producendo correttamente. Dormire male ha delle ripercussioni delle più gravose sulla salute e sull’invecchiamento, indebolisce la nostra mente, ci impedisce di restare concentrati e aumenta il rischio di malattie come depressione, obesità, diabete e cancro.

Anni fa, per scoprire tutto ciò, sono stati fatti degli esperimenti di laboratorio su dei topi, ai quali è stato impedito forzatamente di dormire. Sono morti dopo due settimane.

Questo perché il sonno è ciò che ci aiuta ad affrontare ogni giornata e a comporre dei ragionamenti, senza di esso saremmo perduti.

Cosa fare per migliorare il riposo

Tanti italiani soffrono di disturbi del sonno e tendono subito a prendere sonniferi e medicine, ma qualche piccolo segreto, potrebbe essere d’aiuto senza dover ricorrere ai medicinali. Ogni adulto dovrebbe dormire dalle 7 alle 9 ore ogni notte per permettere alla mente e al corpo di riposare davvero.

Per migliorare il sonno intanto, si deve iniziare con l’andare a dormire presto e svegliarsi presto. Se per lavoro dovete quindi svegliarvi alle 7, andate a dormire alle 11, se invece vi alzate alle 6, alle 10 dovreste già essere a letto. Imporre al corpo degli orari biologici in cui addormentarsi e risvegliarsi, col tempo riuscirà ad aiutarlo ad imparare quegli orari e ad addormentarsi più facilmente.

Leggi:  A cosa serve dormire ?
segreti buon sonno ristoratore
Un buon sonno ristoratore ha molti effetti positivi sul corpo umano

Evitate inoltre di utilizzare cellulari, computer o oggetti che possano avere una luce artificiale. Iniziate a perdere l’abitudine di giocare coi social o fare ricerche una volta che vi mettere a letto, perché per conciliare un corretto riposi, avete bisogno di un buio perfetto, e anche un solo raggio di luce potrebbe distogliere la mente dall’obbiettivo.

Per finire, iniziate a cenare più presto, verso le 7, 8 di sera. Andare a letto con lo stomaco pieno, non solo non aiuta la corretta digestione, ma ha dei brutti effetti anche sul sonno. Dopo cena, dovete dare il tempo allo stomaco di digerire e di smaltire ciò che avete mangiato.

Se avete dei problemi a dormire, non affidatevi immediatamente ai medicinali, ma iniziate a riflettere su quali sono gli sbagli che commettete e cercate di migliorare le vostre abitudini. La vostra salute saprà come ripagarvi.

Articoli Recenti